IL COMPORTAMENTO DELLE OTA DURANTE LA CRISI

Nonostante le continue lamentele degli operatori del settore, le OTA sono un cardine del sistema distributivo turistico. Volenti o nolenti, Booking, Expedia e gli altri intermediari online costituiscono per moltissime strutture ricettive i principali veicoli di prenotazioni. Ecco perché il comportamento di queste aziende al momento dell’approssimarsi della crisi Covid[…]

Condividi su:

COSA FARE IN QUESTI MESI DI PAUSA FORZATA

Da quasi un mese le nostre vite sono state travolte dalle conseguenze della diffusione del Covid 19. Questa lunga pausa forzata che continuerà ancora per diverse settimane è vista da molti di noi in maniera ambigua. E’ vero da un lato pesano le limitazioni alla libertà personale, le preoccupazioni per[…]

Condividi su:

COSA SUCCEDE CON GLI AFFITTI?

Fermo restando che è un argomento molto spinoso e sarebbe molto opportuno parlarne con un esperto, diamo qui alcuni spunti per valutare da un punto di vista legale la situazione affitti. Il presupposto è che sarebbe opportuno e anche eticamente corretto trovare un accordo con la proprietà delle mura, in[…]

Condividi su:

QUALI DESTINAZIONI RIPARTIRANNO PRIMA?

Questo è un articolo molto breve, non tanto perché non abbiamo approfondito l’argomento ma semplicemente perché ci sono poche ma importanti cose da dire. In generale le crisi non cambiano il mondo, semplicemente danno un’accelerazione a tendenze già in atto che ha causa di una situazione di rottura diventano preponderanti[…]

Condividi su:

VA BENE L’OTTIMISMO, MA QUANDO SI RIPARTE?

L’epidemia Covid 19 ha paralizzato quasi tutti i comparti economici e come in tutte le grandi crisi quello più colpito è ovviamente il settore turistico. Due mesi persi, Pasqua e i ponti bruciati e nessuna luce all’orizzonte. Le città d’arte si sono giocate la primavera, storicamente momento di picco, e[…]

Condividi su:

LA LETTERA DI AIGO AL MINISTRO FRANCESCHINI

“L’ospitalità diffusa è in ginocchio: in circa un mese si è passati dall’overtourism alle città vuote. Hanno chiuso il 98% delle 183.243 attività ricettive extralberghiere autorizzate seppure il decreto ‘Io resto a casa’ non obblighi alla chiusura. Non ci sono più turisti e chissà tra quanto torneranno nel bel Paese”.[…]

Condividi su:
Claudio Cuomo

CONTRATTI DI AFFITTO E PORTALI DI PRENOTAZIONE – LE RICHIESTE AL GOVERNO DI AIGO CONFESERCENTI. INTERVISTA AL PRESIDENTE CLAUDIO CUOMO

B&B, affittacamere, case vacanze, rischiano di fallire. Oltre il 50% delle strutture ricettive extralberghiere, parliamo di 100.000 attività circa, pagano un affitto al proprietario delle mura e non stanno riuscendo a pagarlo. “Auspichiamo che il governo italiano abbia interesse affinché la contribuzione in termini economici e di occupazione delle attività[…]

Condividi su: